Terapia EMDR

terapia emdr

Durante la pratica clinica ho avuto l’esigenza di imparare e poi applicare la terapia EMDR (Eye Movement Desensitization and Reprocessing – desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari), un metodo terapeutico strutturato che usa movimenti oculari e altre forme di stimolazione alternata destra/sinistra per trattare disturbi legati a esperienze traumatiche, o particolarmente stressanti dal punto di vista emotivo.

Con il processo di desensibilizzazione e rielaborazione delle esperienze traumatiche, le immagini legate all’evento, le sensazioni, le emozioni e i pensieri disturbanti si modificano, perdendo di intensità e diventando più adattivi.

E’ un approccio globale poiché coniuga numerosi orientamenti psicologici, lavorando contemporaneamente su comportamenti, emozioni, sensazioni corporee, pensieri, immagini mentali e contesti di vita, intervenendo nelle dimensioni del passato, presente e futuro.

Dopo l’EMDR il paziente sente che l’esperienza traumatica o stressante ormai fa parte del passato, la sente lontana, è distaccato da essa.

L’esperienza negativa è così integrata nella memoria autobiografica in schemi cognitivi ed emotivi positivi. Grazie alla desensibilizzazione e rielaborazione cognitiva, emotiva e corporea operata dai movimenti oculari, il paziente può finalmente assumere comportamenti più funzionali  ed avere una prospettiva razionale nei confronti di se stesso, del mondo e del futuro, liberandosi dalle influenze legate al passato traumatico o stressante.

L’EMDR è una terapia evidence based che si è dimostrata efficace nel trattamento di numerose patologie come la depressione, l’ansia, le fobie, il lutto, i traumi, i sintomi somatici e le dipendenze.

Applico questo metodo nel mio Centro di Psicologia e Psicoterapia e ne apprezzo abitualmente l’efficacia terapeutica.

Se vuoi ricevere maggiori informazioni sull’EMDR, visita il sito ufficiale.